mipaaf

Novità dal Ministero delle Politiche Agricole : Registri VITIVINICOLI 2.0

Cos’è il portale MIPAAF?

SEMPLIFICA E AGGIORNA I TUOI SISTEMI INFORMATIVI!

La dematerializzazione dei “registri vitivinicoli”, avviata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in attuazione del DL 91/2014 “CAMPO LIBERO” rappresenta un passo importante verso la semplificazione e la razionalizzazione dei procedimenti amministrativi dell’azienda vitivinicola. La misura coinvolge più di 60.000 aziende vinicole e consentirà l’eliminazione dei registri cartacei compreso gli adempimenti connessi come la vidimazione. Si tratta per i produttori di vino di una innovazione che, se da una parte dà un deciso taglio alla burocrazia, semplificando la modalità di tenuta del registro, dall’altra rappresenta un ulteriore passo nel processo di digitalizzazione del comparto agricoltura rappresentato dal piano ‘Agricoltura 2.0’: Procedure semplici e lineari, nessuna necessità di stampe periodiche e eliminazione della vidimazione preventiva dei registri, ma non solo. La dematerializzazione dei registri consentirà agli organi di controllo la consultazione a distanza e la possibilità di effettuare le verifiche senza necessariamente recarsi in azienda con una notevole riduzione dei costi per la PA ed uno sgravio delle incombenze per gli imprenditori. Per un’agricoltura più efficiente e razionale a tutela delle nostre Denominazioni di Origine.

Il REGISTROVINO 2.0 unifica tutti i registri di cantina (registro di vinificazione, conti speciali, registri di imbottigliamento e di commercializzazione ecc.) in un unico “sistema di registrazione”, ed è l’unico registro che va tenuto per il settore vitivinicolo. Deve essere attivato un distinto registro telematico per ogni stabilimento/deposito, che possiede un proprio codice ICQRF rilasciato dall’Ispettorato Repressione Frodi competente per territorio. Il registro telematico è tenuto in formato elettronico nell’ambito dei servizi del SIAN – Sistema Informativo Agricolo Nazionale. Per la annotazione delle operazioni di cantina (e dei fornitori/destinatari interessati dalle movimentazioni) è possibile utilizzare una duplice modalità:
– il sistema on-line per la registrazione diretta delle operazioni
– il sistema di interscambio di dati in modalità web-service
Nel primo caso l’operatore si autentica al portale internet del MIPAAF (http://mipaaf.sian.it) con le proprie credenziali personali e procede direttamente on-line alla registrazione delle diverse operazioni Nel secondo caso la modalità di trasmissione non prevede un intervento diretto dell’operatore in quanto il colloquio avviene in automatico tra il sistema informatico gestionale dell’operatore ed il SIAN . Il Ministero mette a disposizione della filiera una apposita piattaforma di prova (https://registri.sian.it) per consentire il test delle componenti di interscambio con il SIAN prima della messa a regime Per accedere al registro telematico, dopo aver ottenuto ID e Password, occorre selezionare nella homepage la voce AGRICOLTURA > REGISTRI DEMATERIALIZZATI > REGISTRO DI CARICO E SCARICO VITIVINICOLO Nel menu si trovano due distinti link:
– uno di Prova al solo scopo di esercitazione
– uno Ufficiale in sostituzione dei registri cartacei vidimati
Tutta la documentazione è disponibile selezionando la voce AGRICOLTURA > REGISTRI DEMATERIALIZZATI > DOCUMENTAZIONE TECNICA Per rispondere in modo efficace e rapido alle richieste di aiuto, il servizio di assistenza prevede un supporto specializzato attivabile direttamente dall’utente. Il servizio ha il compito di gestire le richieste di assistenza e supporto che riguardano sia i servizi on-line che le componenti di interscambio. Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 (con esclusione delle festività nazionali), è disponibile al seguente indirizzo http://assistenzaregistri.politicheagricole.it Le FAQ sono consultabili accedendo alla sezione DOCUMENTAZIONE del sito mipaaf.sian.it e sono organizzate per argomento.

http://mipaaf.sian.it/portale-mipaaf/home.jsp