Eolo: Luglio 2016 NUOVA BTS ATTIVA a Trebaseleghe (Pd)

Eolo : Attivata ora la BTS di Trebaseleghe (Padova)

EOLO è un servizio per la connessione internet veloce a banda ultra-larga via radio. Come funziona? Semplicissimo! Attraverso le nostre antenne (anche chiamate ripetitori o BTS) inviamo il segnale radio: un tecnico autorizzato installa a casa o in ufficio l’antenna EOLO (molto simile ad una normale parabola TV) e sei subito connesso a internet, purché non ci siano ostacoli tra il ripetitore e l’antenna ricevente.

Per questa sua caratteristica, EOLO è la soluzione ideale per avere internet veloce anche in zone non coperte dai servizi tradizionali quali adsl o fibra. Se hai un’azienda, inoltre, abbiamo delle soluzioni personalizzate che offriranno alla tua impresa il massimo delle performance e dell’affidabilità.

Internet veloce funziona bene con EOLO anche perché l’intera rete è di proprietà: questo ci permette di garantire alti standard e di intervenire in tempi molto brevi sia per assecondare le tue richieste, che per la risoluzione di eventuali guasti.

Per installare EOLO non serve attivare una linea telefonica: potrai navigare in tutta libertà e senza neanche pagare il canone Telecom!

Per informazioni contattateci.

Comuni coperti:

ID Comune Provincia Regione Popolazione Distanza
0 Trebaseleghe PD VENETO 12481 0
1 Massanzago PD VENETO 5783 4
2 Noale VE VENETO 15749 4
3 Piombino Dese PD VENETO 9366 4
4 Scorzè VE VENETO 19032 4
5 Loreggia PD VENETO 7247 8
6 Morgano TV VENETO 4233 8
7 Salzano VE VENETO 12644 8
8 Santa Maria di Sala VE VENETO 17226 8
9 Camposampiero PD VENETO 12126 9
10 Martellago VE VENETO 21223 9
11 Resana TV VENETO 9216 9
12 Zero Branco TV VENETO 10763 9
13 Borgoricco PD VENETO 8352 10
14 Istrana TV VENETO 9182 11
15 Mirano VE VENETO 26795 11
16 Quinto di Treviso TV VENETO 9807 11
17 Santa Giustina in Colle PD VENETO 7216 11
18 Vedelago TV VENETO 16614 11
19 Villanova di Camposampiero PD VENETO 5837 12
20 Campodarsego PD VENETO 13840 13
21 Paese TV VENETO 21776 13
22 San Giorgio delle Pertiche PD VENETO 9893 13
23 Spinea VE VENETO 26674 13
24 Castelfranco Veneto TV VENETO 33675 14
25 Pianiga VE VENETO 11737 14
26 Preganziol TV VENETO 16988 14
27 Villa del Conte PD VENETO 5524 14
28 Mogliano Veneto TV VENETO 28125 15
29 San Martino di Lupari PD VENETO 13188 16
30 Dolo VE VENETO 15078 17
31 Mira VE VENETO 38857 17
32 Trevignano TV VENETO 10572 17
33 Treviso TV VENETO 82208 17
34 Cadoneghe PD VENETO 15948 18
35 Castello di Godego TV VENETO 7087 18
36 Curtarolo PD VENETO 7115 18
37 Fiesso d’Artico VE VENETO 7505 18
38 Tombolo PD VENETO 8262 18
39 Vigonza PD VENETO 21879 18
40 Campo San Martino PD VENETO 5793 19
41 Galliera Veneta PD VENETO 7127 19
42 Marcon VE VENETO 15425 19
43 Ponzano Veneto TV VENETO 12218 19
44 Riese Pio X TV VENETO 10923 19
45 San Giorgio in Bosco PD VENETO 6302 19
46 Stra VE VENETO 7636 19
47 Vigodarzere PD VENETO 12756 19
48 Altivole TV VENETO 6710 20
49 Casier TV VENETO 11124 20
50 Limena PD VENETO 7633 20
51 Noventa Padovana PD VENETO 10814 20
52 Casale sul Sile TV VENETO 12635 21
53 Cittadella PD VENETO 20027 21
54 Loria TV VENETO 9004 21
55 Montebelluna TV VENETO 30948 21
56 Piazzola sul Brenta PD VENETO 11119 21
57 Silea TV VENETO 10052 21
58 Vigonovo VE VENETO 9917 21
59 Caerano di San Marco TV VENETO 8031 22
60 Fossò VE VENETO 6736 22
61 Padova PD VENETO 212989 22
62 Villorba TV VENETO 17995 22
63 Volpago del Montello TV VENETO 9916 22
64 Povegliano TV VENETO 5069 23
65 Venezia VE VENETO 270801 27

 

EOLO – Promo Ultra Summer‎

EOLO Casa Ultra – 19,90€  al mese per tutto il 2016!

Vuoi il meglio per la tua casa? Vai ultra veloce a 30 mega e chiama senza limiti con una soluzione unica.

Naviga, scarica e guarda i tuoi film preferiti con tutti i dispositivi che vuoi. Installazione in promo!

EOLO Casa Ultra conviene a:

  • Chi cerca il meglio
  • Chi naviga e scarica
  • Chi vede film
  • Chi vuole telefonare mantenendo il proprio numero

al mese per tutto il 2016 poi 34,90€ per sempre, in promo!

Contattateci per ulteriori informazioni anche su altri prodotti!

WiFi Hotel: Come Sfruttare Il WiFi Per Creare Una Guida Turistica Per Gli Ospiti

wi-fi

Di: Fabio D’Adamo

Fino a qualche anno fa, una delle cose che non potevano assolutamente mancare nella valigia dell’ospite d’hotel era la guida turistica cartacea.

Per chi voleva visitare per la prima volta una città sconosciuta, quel piccolo volume tascabile che per decenni ha accompagnato milioni di turisti rappresentava una risorsa fondamentale, in grado di fornire ogni sorta d’informazioni su monumenti, musei e locali della città.

Oggi, con la diffusione dei dispositivi mobili, le guide cartacee sono sempre meno utilizzate. Sono invece sempre più numerosi gli ospiti che trovano il modo di informarsi su opere e luoghi d’interesse consultando applicazioni e siti web dal proprio smartphone (lo fanno 4 persone su 5, secondo Hotel News Resource).

Grazie alla comodità di questi mezzi, molti effettuano ricerche – spesso direttamente sul luogo – senza dover preparare pagine di appunti su itinerari da seguire e posti in cui mangiare, ma semplicemente usando i propri device come raccoglitori di informazioni.

Addio Guida Turistica Cartacea

Forse è anche questo uno dei motivi per cui gran parte degli ospiti chiede di connettersi al WiFi entro 7 minuti dal proprio arrivo in albergo. La connessione dell’hotel è il mezzo più conveniente su cui fare affidamento per ottenere informazioni aggiornate sui luoghi da visitare, evitando così di prosciugare il traffico dati previsto nel piano del loro operatore telefonico.

Certo, la ricerca di applicazioni e siti richiede all’ospite qualche minuto in più rispetto alla consultazione dei contenuti di una guida già pronta all’uso. Per informarsi, l’utente deve trovare le applicazioni giuste, confrontarle con altre dello stesso tipo che sono disponibili online, insomma: deve impiegare tempo che potrebbe dedicare al proprio soggiorno.

Ma allora, perché non venire incontro alla clientela fornendo un piccolo servizio aggiuntivo?

Come Aiutare l’Ospite A Orientarsi

Facciamo un esempio.

Supponiamo di avere una struttura – l’hotel Splendor – situata appena fuori dalle mura del centro di Bologna. Il centro di questa città è pieno di curiosità e bellezze nascoste tra vicoli e palazzine, ma si trova in una zona a traffico limitato. In un caso del genere, un ospite potrebbe aver bisogno di informazioni sui percorsi e gli orari dei mezzi pubblici utili per effettuare il suo tour.

Perché non preparare una sorta di kit digitale per turisti, all’interno del quale segnalare non solo l’applicazione giusta per conoscere gli orari dei trasporti pubblici, ma anche i migliori siti e applicazioni dedicati alla città, dando ai clienti la possibilità di scaricarli sullo smartphone e tenerli sempre con sé durante la visita della città?

Si potrebbe allestire una pagina web come questa:

Non male, vero?
Per i gestori, potrebbe tramutarsi in un mezzo per arricchire l’esperienza di soggiorno dei clienti e fidelizzarli, offrendo loro un servizio utile e gradito proprio nel momento in cui ne hanno bisogno.

Col WiFi, la Guida per gli Ospiti la Crei Tu

Certo, rappresenterebbe una fruttuosa opportunità per rinforzare la reputazione dell’hotel. Ma realizzare un’iniziativa del genere, è necessario poter disporre di uno strumento che sia utilizzabile da tutti gli utenti, in maniera semplice e intuitiva.

Quale risorsa è in grado di offrire vantaggi simili?

Una soltanto: il servizio WiFi.

Sfruttando le funzioni di un sistema WiFi, è possibile indirizzare gli utenti che si connettono in hotel a una pagina di benvenuto predefinita.

Il sistema Wi-Fi Hotel, in particolare, consente di far vedere questa pagina a tutti gli ospiti che si connettono alla rete wireless della struttura, anche a coloro che non si creano un account di navigazione. In questo modo, si possono raggiungere tutti gli utenti in grado di connettersi al WiFi.

Il Guest Portal (questo è il nome della pagina di benvenuto di Wi-Fi Hotel) può essere personalizzato in ogni sua parte, lasciando al gestore la libertà di inserire non solo semplici link, ma anche loghi della struttura, banner e widget con contenuti di vario genere tra quelli che preferisce (testi multilingue, meteo, news, recensioni e altri ancora).

Con questo strumento a disposizione, creare un kit turistico per gli ospiti diventa semplicissimo.

È sufficiente, per esempio, creare dei banner per ogni sito e applicazione che si vuole suggerire agli ospiti e fare in modo che siano linkati alle relative pagina web.

Visualizzato sullo schermo di uno smartphone, sul Guest Portal dell’hotel Splendor il kit apparirebbe così:

Visto?

Uno strumento perfetto per fornire un servizio in più agli ospiti e fidelizzarli con uno sforzo minimo (basta allestire la pagina una prima volta, senza poi essere costretti a cambiarla mai più).

Suggerire per Fidelizzare

Il Guest Portal può essere usato anche per fornire altri tipi di suggerimenti. Per esempio, si possonosegnalare agli ospiti negozi e ristoranti da provare durante il soggiorno.

È esattamente questo l’uso pensato per il widget Places di Wi-Fi Hotel, un particolare spazio della pagina all’interno del quale si possono mostrare agli utenti i luoghi d’interesse che si trovano nelle vicinanze dell’hotel.

Tra le categorie di posti che si possono inserire nel widget, ci sono bar, locali, banche, ospedali, parchi,musei, centri commerciali e molto altro.

Non solo.

Si possono inserire anche luoghi personalizzati, esercizi e attività che vale la pena mettere in evidenza per invogliare gli utenti a visitarle.

Se, ad esempio, il nostro hotel Splendor avesse stabilito una partnership di qualche tipo con un museo cittadino, potremmo “sponsorizzare” quel particolare luogo, esattamente come accade nel seguente esempio di Guest Portal visualizzato su un tablet:

Il gestore può inserire posizione, descrizione, foto e altre informazioni sulla location segnalata.

In questo modo, il kit può essere sfruttato non solo per fornire consigli agli ospiti, ma anche perpromuovere le convenzioni in essere con i partner commerciali della struttura, monetizzando così il sistema WiFi.

A volte, sono le idee più semplici a fare la differenza. Basta avere un po’ di fantasia.

Wi-Fi Hotel è lo strumento giusto per realizzarle.

Provare per credere.

 

Novità dal Ministero delle Politiche Agricole : Registri VITIVINICOLI 2.0

Cos’è il portale MIPAAF?

SEMPLIFICA E AGGIORNA I TUOI SISTEMI INFORMATIVI!

La dematerializzazione dei “registri vitivinicoli”, avviata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in attuazione del DL 91/2014 “CAMPO LIBERO” rappresenta un passo importante verso la semplificazione e la razionalizzazione dei procedimenti amministrativi dell’azienda vitivinicola. La misura coinvolge più di 60.000 aziende vinicole e consentirà l’eliminazione dei registri cartacei compreso gli adempimenti connessi come la vidimazione. Si tratta per i produttori di vino di una innovazione che, se da una parte dà un deciso taglio alla burocrazia, semplificando la modalità di tenuta del registro, dall’altra rappresenta un ulteriore passo nel processo di digitalizzazione del comparto agricoltura rappresentato dal piano ‘Agricoltura 2.0’: Procedure semplici e lineari, nessuna necessità di stampe periodiche e eliminazione della vidimazione preventiva dei registri, ma non solo. La dematerializzazione dei registri consentirà agli organi di controllo la consultazione a distanza e la possibilità di effettuare le verifiche senza necessariamente recarsi in azienda con una notevole riduzione dei costi per la PA ed uno sgravio delle incombenze per gli imprenditori. Per un’agricoltura più efficiente e razionale a tutela delle nostre Denominazioni di Origine.

Il REGISTROVINO 2.0 unifica tutti i registri di cantina (registro di vinificazione, conti speciali, registri di imbottigliamento e di commercializzazione ecc.) in un unico “sistema di registrazione”, ed è l’unico registro che va tenuto per il settore vitivinicolo. Deve essere attivato un distinto registro telematico per ogni stabilimento/deposito, che possiede un proprio codice ICQRF rilasciato dall’Ispettorato Repressione Frodi competente per territorio. Il registro telematico è tenuto in formato elettronico nell’ambito dei servizi del SIAN – Sistema Informativo Agricolo Nazionale. Per la annotazione delle operazioni di cantina (e dei fornitori/destinatari interessati dalle movimentazioni) è possibile utilizzare una duplice modalità:
– il sistema on-line per la registrazione diretta delle operazioni
– il sistema di interscambio di dati in modalità web-service
Nel primo caso l’operatore si autentica al portale internet del MIPAAF (http://mipaaf.sian.it) con le proprie credenziali personali e procede direttamente on-line alla registrazione delle diverse operazioni Nel secondo caso la modalità di trasmissione non prevede un intervento diretto dell’operatore in quanto il colloquio avviene in automatico tra il sistema informatico gestionale dell’operatore ed il SIAN . Il Ministero mette a disposizione della filiera una apposita piattaforma di prova (https://registri.sian.it) per consentire il test delle componenti di interscambio con il SIAN prima della messa a regime Per accedere al registro telematico, dopo aver ottenuto ID e Password, occorre selezionare nella homepage la voce AGRICOLTURA > REGISTRI DEMATERIALIZZATI > REGISTRO DI CARICO E SCARICO VITIVINICOLO Nel menu si trovano due distinti link:
– uno di Prova al solo scopo di esercitazione
– uno Ufficiale in sostituzione dei registri cartacei vidimati
Tutta la documentazione è disponibile selezionando la voce AGRICOLTURA > REGISTRI DEMATERIALIZZATI > DOCUMENTAZIONE TECNICA Per rispondere in modo efficace e rapido alle richieste di aiuto, il servizio di assistenza prevede un supporto specializzato attivabile direttamente dall’utente. Il servizio ha il compito di gestire le richieste di assistenza e supporto che riguardano sia i servizi on-line che le componenti di interscambio. Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 (con esclusione delle festività nazionali), è disponibile al seguente indirizzo http://assistenzaregistri.politicheagricole.it Le FAQ sono consultabili accedendo alla sezione DOCUMENTAZIONE del sito mipaaf.sian.it e sono organizzate per argomento.

http://mipaaf.sian.it/portale-mipaaf/home.jsp

Sponsor de “Il Giro d’Italia” a Noale 19 maggio 2016

Il giro d’Italia ha trasformato Noale nel teatro di un avvenimento straordinario. At Work era presente!

Tutte le informazioni le potete trovare su http://www.giroditalia.it/ oppure http://www.comune.noale.ve.it/hh/index.php

 

 

Cookie : Informativa e consenso per l’uso

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. “terze parti” vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l’utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie “tecnici”?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell’estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l’identificazione dell’utente nell’ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie “tecnici”?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell’8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie “di profilazione”?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell’utente per l’installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie “tecnici” o di “profilazione”.

Per l’installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l’informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell’utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l’informativa semplificata e richiedere il consenso all’uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l’informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l’utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa “breve”, la richiesta di consenso all’uso dei cookie e un link per accedere ad un’informativa più “estesa”. In questa pagina, l’utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l’utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell’utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di “terze parti”, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente.

Deve contenere il link all’informativa estesa e l’indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all’installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l’utente sceglie di proseguire “saltando” il banner, acconsente all’uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l’acquisizione del consenso effettuata tramite l’uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale “documentazione”, non è necessario che l’informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell’utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest’ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all’informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all’uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l’uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L’obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l’informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l’inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l’informativa “estesa”?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all’utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l’installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l’utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l’informativa e a richiedere il consenso per l’uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell’informativa “estesa” i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L’uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all’obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell’8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

 

 

Chiarimenti in merito all’attuazione della normativa in materia di cookie

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4006878

 

 

 

At Work Gold Partner di Crossware Solutions Ltd

CROSSWARE MAIL SIGNATURE
IL SOFTWARE COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA FIRMA AZIENDALE

 

gold-partner-300-wide

Il problema
Tutte le aziende lavorano molto per costruire la propria immagine: logo, documentazione, biglietti da visita, firma della mail. Tutto quello che fai dovrebbe dire chi sei e cosa fai. Crossware Mail Signature aiuta le aziende a migliorare la coerenza e l’immagine aziendale. E’ necessario assicurarsi che sia utilizzato il logo corretto, e che tutte le mail in uscita siano conformi alle leggi ed alle normative vigenti.

La soluzione – Crossware Mail Signature
Una applicazione server-based che aggiunge automaticamente a tutte le mail in uscita disclaimer, firme e banner pubblicitari. Significa non creare più firme individuali per ogni postazione di lavoro e non più modifiche al design della directory di Domino o ai template di posta. Crossware Mail Signature si occupa anche delle esigenze di conformità, compresi i disclaimer e i requisiti legali necessari per ogni mail in uscita. Grazie al database di configurazione è veramente semplice gestire ed uniformare tutte le mail, comprese le informazioni personali (titolo, reparto, telefono diretto), raccolte direttamente dalla Domino Directory o da qualsiasi altra applicazione Lotus Notes.

crosswaremailsignature

Caratteristiche e Vantaggi
– Eliminazione della configurazione in locale delle firme e dei loghi.
– Firme, loghi e disclaimer sono aggiunti al momento dell’uscita della mail verso l’esterno, con un notevole risparmio di spazio nella propria posta.
– Gestione dell’inserimento e della scelta dei banner pubblicitari.
– Certificato per qualsiasi piattaforma Lotus Domino.

Links
Guarda la presentazione in italiano del prodotto
Prova il prodotto gratuitamente per 30 giorni

Online il nuovo sito di At Work!

E’ ONLINE il nuovo sito di At Work!

 

EOLO si rinnova

Lunedì 14/03 Eolo si rinnova! Importanti novità per le Aziende! At Work partner autorizzato di Eolo.

Visita il sito www.eolo.it

 

 

WI-FI Hotel

PianiWI-FI Hotel. Emanato il decreto attuativo sul Tax Credit: il bonus digitalizzazione Alberghi sul Wi-fi è realtà. At Work Partner autorizzato di WI FI Hotel.

Per maggiori informazioni visita il sito www.wifihotel.it